1985 – 1991

Dalla nascita della sua compagnia a Parigi alla collaborazione con il Centro di Produzione Inteatro di Polverigi

Nel 1985 il Festival de Seine Marittime-Rouen le offre la produzione di uno spettacolo; unica condizione è che ne sia interprete oltre che autrice. Riflette, e dopo un anno, accetta l’invito, forma una propria compagnia a Parigi, e realizza lo spettacolo Allegro vivace mais pas trop, trio per danzatrici, con il quale si fa conoscere sulle scene internazionali anche come coreografa, riscuotendo notevoli consensi e manifestando da subito un forte interesse per la valenza musicale del movimento, pur senza collocarsi nella pura astrazione. Appare già il germe della sua visione antropologica del corpo.

Alla fine del 1986, continuando a vivere a Parigi, trasferisce la propria compagnia in Italia accettando una proposta di Velia Papa e di Roberto Cimetta, – direttori del Centro di produzione Inteatro di Polverigi – i quali si offrono per ospitare e gestire, in seno al loro Centro, la compagnia e il lavoro della Borriello.
Con Polverigi comincia un periodo di felice e proficua collaborazione che dura fino al 1991-92; in quegli anni realizza diversi spettacoli, frutto di coproduzioni internazionali, ed effettua lunghe tournées all’estero e in Italia

AREA APPROFONDIMENTO SPETTACOLI