1991 – 1996

La compagnia diventa a tutti gli effetti italiana e prende il nome di MARTA

Nel 1991 costituisce l’associazione MARTA con la quale affronta un periodo di gestione autonoma della compagnia e realizza spettacoli di produzione per lo più italiana. Queste produzioni mostrano l’accentuazione della sua peculiare ricerca musicale-coreografica
(che la spinge ad indagare la relazione musicalità del movimento – gestualità della musica già in Di necessità virtù) e dell’origine rituale della rappresentazione scenica, elementi che si paleseranno, in seguito, nell’elaborazione del suo Progetto Catartico.

AREA APPROFONDIMENTO SPETTACOLI